Ricerca personalizzata

giovedì 14 novembre 2013

Pasta con sugo di castagne e pancetta

Anche qui finalmente pare arrivato un po' di freddo, non che io lo ami particolarmente, ma a metà novembre mi aspetto di uscire almeno con una maglia maniche lunghe, mentre qui fino alla settimana scorsa le maniche corte erano più che sufficienti.
Comunque complice questo freddo e ventoso weekend e un sacchetto di castagne che hanno fatto gola a mio marito, ne è uscita una stupenda pasta con sugo di castagne e pancetta.


Io ho usato, come tipo di pasta, questi fusilli lunghi bucati, ma anche delle mezze maniche andranno benissimo.
Piccola novità: da domani arriva la ragazza alla pari spagnola (anzi catalana) che rimarrà con noi durante i 4 mesi di assenza di mio marito e, chissà, magari anche oltre. Sarà un'esperienza nuova e magari mi insegnerà qualche tipico piatto catalano...



INGREDIENTI
Castagne 400g
Pancetta 200g
Vino bianco secco 1 bicchiere
Burro una noce
Alloro 2 foglie
Semi di garofano 2
Pasta 80g a testa (non di più, che il sugo è bello sostanzioso)
Acqua bollente salata per cuocere le castagne e la pasta
Ricotta salata e pepe q.b.



PROCEDIMENTO
Spellare le castagne e metterle a cuocere in abbondante acqua salata con due foglie di alloro.



Quando sono abbastanza morbide (ci vorrà almeno un'oretta), tirarle via dal fuoco, togliere l'alloro e passarle con il mixer a immersione, lasciandone alcune integre.
Mettere poi la noce di burro a sciogliere e unirci la pancetta.


Quando la pancetta inizia a sprigionare il suo caratteristico odore, aggiungere le castagne, i semi di garofano e mescolare per qualche minuto, poi aggiungere il vino e tappare, lasciando cucinare a fuoco non troppo alto.


Nel frattempo cucinate la pasta in un'altra pentola.


Quando la pasta ha quasi terminato la cottura, scolarla e finire la cottura insieme al sugo di castagne e pancetta.


Servire spolverando con ricotta salata (io ho usato il parmigiano, ma per contrastare il dolce delle castagne, la ricotta salata è decisamente il top) e un'abbondante grattata di pepe.


BUON APPETITO!

sabato 9 novembre 2013

Muffin con ricotta, farina di mandorle e noci

Il signor Ikea, ormai, mi conosce e ci andiamo pure a bere il caffè insieme il sabato pomeriggio. Eh sì, perché a dover arredare una casa il più velocemente possibile e al prezzo più conveniente non si può che scegliere Ikea, soprattutto quando è a 5 minuti da casa e i tuoi nani impazziscono per le polpette!!
Quindi stupore e gaudio ieri, quando al nostro ultimo giro d'acquisti (per un armadio e speriamo sia l'ultimo sul serio!), ho notato che il signor Ikea ha seguito il mio consiglio :)) e ha messo in commercio...stampi in silicone!!!
Comprati e subito provati per questi spettacolosi muffin con ricotta, farina di mandorle e noci.



Per la merenda di oggi abbiamo avuto ospiti grandi e piccini, quindi ho pensato a qualcosa senza cioccolato (non tutti danno il cioccolato a bimbi piccoli), ma comunque goloso e che soprattutto mi potesse far usare i succitati stampi :)
Ho raffazzonato varie ricette e un po' di fantasia e n'è uscito qualcosa di spettacolare, provare per credere!



INGREDIENTI
Farina 150g
Farina di mandorle 50g
Zucchero 150g
Lievito 1/2 bustina
Uova 2
Burro 100g
Ricotta 150g
Gherigli di noci tritate grossolanamente (io l'ho fatto con le mani) 20
Bicarbonato 1/2 cucchiaino



PROCEDIMENTO
Come per ogni preparazione di muffin, mettere gli ingredienti secchi in una ciotola e quelli umidi nell'altra.
Io ho messo li burro a temperatura ambiente a tocchetti, ma potete anche scioglierlo a bagnomaria o a fuoco lento e incorporarlo na volta raffreddato. Le noci invece le ho unite alla fine.


Mescolare gli ingredienti umidi in modo che si amalgamino e poi aggiungere quelli secchi.


Alla fine aggiungere i gherigli di noci.


Mettere negli stampi aiutandosi con due cucchiai (il comporto è abbastanza compatto).


Cuocere a 180º per una ventina di minuti o almeno fino a che si dorino in superficie.
Per chi se lo chiedesse, la prova stampino Ikea è stata superata alla grandissima ;)


BUON APPETITO!

mercoledì 6 novembre 2013

Polpettone di mano mostruosa

Finalmente una ricetta fatta recentemente, non più rimasugli ritrovati nel computer, questa infatti è la prima ricetta fotografata con la macchinetta nuova del maritozzo, una compatta subacquea che si porterà in navigazione e che quindi posso usare solo fino a fine novembre, aspettando di andare dai miei per poter usare quella mia, una mirrorless nuova genereazione, non una reflex, ma sicuramente una macchinetta che mi darà un po' di soddisfazioni per questo blog.
Insomma per un mesetto avrete ricette fresche fresche e sono così contenta che non potevo esimermi dal postarvi questa ricetta di Halloween (che per altro io adoro), anche se in ritardo di qualche giorno. Tenetela in serbo per il prossimo anno perchè davvero merita: polpettone di mano mostruosa!!


Fondamentalmente è un semplice polpettone e quindi potrete utilizzare la ricetta che più vi garba, dovrete solo poi dargli una forma di mano e cospargerlo di formaggio in modo che con la cottura sembri poi una manona bruciata.
Per renderlo ancora più veritiero potrete mettere le unghie (pezzo di formaggio, cipolla o sottilette fuori dal forno però) e l'osso che sporge (con cipolla o una patata), insomma sbizzarritevi!!
Io vi metto la ricetta che ho utilizzato questa volta, ma potete anche seguire questa ricetta oppure quella che più preferite.
Noi con queste quantità abbiamo mangiato bene in 4 adulti e 3 nanetti ;) accompagnate con patate al forno.



INGREDIENTI
Carne macinata di vitello 600g
Salame di suino 400g
Uova 2
Pane raffermo 1/2 baguette
Latte per ammollare il pane q.b.
Formaggio grattuggiato per la copertura q.b.
Sale e pepe q.b.
Olio per oliare la teglia



PROCEDIMENTO
Dividere il pane e metterlo in una ciotola con del latte per qualche ora in modo che si ammorbidisca.


Aggiungere poi la carne, il salame tritato e un po' di formaggio grattuggiato, insaporire con sale (io quello misto spezie) e pepe, infine mescolare con le mani fino ad amalgamare bene il tutto.


A questo punto compattare il polpettone e metterlo in una teglia oliata dove darete all'insieme la forma di manona.
Cospargere la mano, con il formaggio grattuggiato, non lesinate sennò l'effetto bruciatura non viene.


Infornare in forno caldo a 180º per almeno un'oretta. Servire infilzandolo scenograficamente con un coltello :)


BUON APPETITO!